A Milano, e dove se no? SALONI DEL MOBILE 2012

Hanno compiuto 50 anni nel 2011 e ora si preparano al prossimo appuntamento:

da martedì 17 a domenica 22 aprile presso Fiera Milano a Rho, gli storici Saloni del Mobile confermeranno il loro trend positivo.

Nella superficie espositiva del quartiere fieristico occuperanno 209.000 metri quadrati e confermeranno ancora una volta la ben riposta fiducia degli espositori che a oggi hanno già fatto registrare il tutto esaurito.
L’ampia offerta merceologica del Salone Internazionale del Mobile, EuroCucina / Salone Internazionale dei Mobili per Cucina, il Salone Internazionale del Bagno, il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo e il Salone Satellite attirerà come sempre numerosi visitatori, oltre 300.000 nelle passate edizioni.

Dai mobili ai complementi d’arredo, dalle cucine ai bagni ai prototipi degli under 35: queste le molteplici proposte degli oltre 2.500 espositori caratterizzate da qualità e innovazione. Segni distintivi che negli anni hanno portato Milano a diventare la capitale dell’arredo.

Il Salone Satellite quest’anno dedicato a Design–Technology festeggia la 15a edizione continuando la sua tradizione di talent scout alla ricerca dei più promettenti designer internazionali per offrire loro visibilità e possibilità di contatti con le aziende espositrici. A latere della proposta, il Concorso che premierà i 3 prodotti migliori attinenti alle merceologie della Cucina e del Bagno per ciascuno dei 2 settori rappresentati. Tutto nei padiglioni 22 e 24.

Da questa edizione i Saloni aprono al pubblico anche tutto sabato, oltre alla tradizionale domenica che la scorsa edizione ha visto oltre 32.000 persone interessate.

Gli eventi in città, quest’anno sono più che mai dedicati al prodotto di qualità e alla cultura dell’abitare. Al Teatro dell’Arte della Triennale di Milano andrà in scena Design Dance – un progetto di Michela Marelli e Francesca Molteni, quest’ultima già curatrice per i Saloni di vari eventi tra cui Un bagno di stelle al Planetario di Milano nel 2010 – che fa parlare e agire, fino a danzare, le opere dei protagonisti del design. Gli oggetti si fanno attori e narratori perché, come ogni opera dell’ingegno umano, gli oggetti raccontano le emozioni che li hanno fatti nascere. Oggetti di oggi e di ieri, classici e moderni, ma anche progetti del Salone Satellite “avverati”, perché diventati prodotti.

La Biblioteca Pinacoteca Accademia Ambrosiana, luogo storico e custode del mondo classico, durante la sei giorni dei Saloni, ospiterà l’installazione librocielo ideata da Attilio Stocchi, un omaggio multimediale al cuore romano della città e