SANA: 7-10 settembre. A Bologna i migliori espositori Bio del Mediterraneo

Anche quest’anno Bologna apre le porte al Sana, il Salone dell’alimentazione naturale, nato nel 1989 e ben presto diventato il punto di riferimento per operatori, piccole aziende agricole e imprenditori, che hanno fatto del Bio la propria forza. Il filo che lega alimentazione, salute e benessere all’agricoltura biologica è chiaramente visibile, tant’è che in poco tempo i negozi che si occupano dell’esclusiva vendita di prodotti naturali aumentano a dismisura. Le persone sono sempre più affascinate da questo mondo in cui i gusti e i sapori restano fedeli a quelli di una volta e i vecchi rimedi della nonna sono racchiusi in piccoli barattoli sotto forma di creme certificate. Ai prodotti alimentari e a quelli per la cura del corpo si aggiungono i prodotti a basso impatto ambientale per la casa e per la vita quotidiana.

Sana: 25 anni di benessere in Italia

Quest’anno Sana festeggia a Bologna i suoi 25 anni all’insegna dei prodotti biologici, naturali e di erboristeria, vantando grande competenza e professionalità grazie al suo pubblico di visitatori internazionali qualificato tra buyers, distributori, ristoratori, erboristi e parafarmacisti. In questi quattro giorni l’evento ospiterà professionisti che potranno confrontarsi e discutere sul mercato biologico grazie al ricco programma di convegni e workshop. I prodotti alimentari saranno valutati e certificati da una commissione esterna composta da tecnici scelti in collaborazione con FederBio.

Il peso del biologico si fa sentire nel campo ambientale quanto in quello economico. Nonostante il costo di questi articoli, comunque, quello del Bio è un mercato in continua espansione, grazie anche al contributo della vendita a chilometro zero che in questi ultimi anni ha permesso anche ai più restii di servirsi di alimenti come pasta, verdura e frutta di stagione approfittando dell’elevata qualità proposta.

È un dato di fatto che i consumatori, nel ridurre la quantità dei prodotti acquistati, non hanno rinunciato alla qualità –, dice il Presidente della FederBio Paolo Carnemolla in un’intervista – in particolare quelle categorie di consumatori più attente all’alimentazione, come le giovani famiglie”.

Anche nei discount oggi possiamo trovare prodotti naturali a costi moderati e questo è il segnale che la richiesta da parte della popolazione è sempre più imponente. Quella che fino a pochi anni fa era la moda del Bio, oggi è un vero e proprio stile di vita a cui le persone non sanno più rinunciare, visti i benefici sia fisici che psicologici che se ne traggono.