Prearo Collezioni Luce: concretezza ed energia tra innovazione e tradizione

Mercoledì 25 luglio ’11 al Golf Club Ca’ della Nave la famiglia Prearo ha ospitato gli amici del Network AD HOC Consilia nella serata di presentazione dell’azienda di famiglia: Prearo Collezioni Luce.

Le suggestive creazioni di Prearo si possono ammirare nel sito www.prearo.it e nello show room, sito in seno all’azienda, a Lughetto di Campagna Lupia, ma ciò che ieri sera è stato trasmesso da Caterina e Valentina Prearo e dal loro staff sono sensazioni, emozioni e valori che ci fanno comprendere che il modello imprenditoriale del Nord Est si ridimensiona, combatte, ma non muore.

Caterina Prearo ha parlato di amicizia, di quei forti legami che il nonno Angelo, capostipite della famiglia e fondatore dell’azienda, ha saputo creare quasi un secolo fa con Barovier, uno dei più prestigiosi maestri vetrai della nostra Murano. Nell’officina veneziana Angelo forgiava i metalli, lavorando fianco a fianco con i suoi operai, anche 12-18 ore al giorno (dove c’è passione la stanchezza svanisce) e su quegli steli di ottone dalle forme immaginifiche innestava ariose gemme di vetro; mentre l’amicizia tra i due imprenditori si rinsaldava si creavano nuove forme di collaborazione e alleanze di impresa.

L’energica Valentina Prearo ha ben sintetizzato la vision aziendale di questa impresa famigliare, parlando di tradizione e innovazione: in quel territorio spesso difficile e insidioso che si colloca fra industria, arte e artigianato, la Prearo Collezioni Luce si muove con sicurezza e disinvoltura, servendo con piacere sia il privato dalle esigenze estremamente personalizzate che il grande progetto contract. Con uno staff tutto italiano, di eccellente qualità, Prearo Collezioni Luce soddisfa clienti prestigiosi ed esigenti: l’unico hotel 6 stelle del mondo, negli Emirati Arabi, il Collegio Vaticano, teatri e ville presidenziali si illuminano della maestrìa made in Italy.

Michela Marton, responsabile ricerca e sviluppo ci ha fatto comprendere come questo lavoro attenga alle sfere dell’arte e della creatività, procurando a chi lo realizza la certezza di fare qualcosa che darà piacere a chi lo usa.

Senza negare il difficile momento in cui versa il mercato italiano e internazionale, la famiglia Prearo è un esempio di come l’amore per il proprio lavoro trasformi un mestiere in una vocazione e, mentre nel parco e nelle sale delle cantine di Ca’ della Nave sculture di luce illuminavano il buffet e cristalli swarovsky facevano danzare ombre luminose sui tavoli, il flusso d’energia ha avvolto i partecipanti.

La luce è la più pura e perfetta forma di energia naturale: trasformarne l’essenza in visioni creative è l’opera degli artisti con l’anima artigiana.