La tecarterapia: il calore che ti cura

La tecarterapia è un nuovo tipo di fisioterapia rivolta soprattutto a chi fa sport, impiegata quindi prevalentemente in ambito sportivo ma che sta prendendo sempre più piede anche per la cura di molte altre patologie comuni come l’artrosi, lombalgie e dolori cervicali.

La tecarterapia, combinata con l’assunzione di farmaci antinfiammatori e analgesici, è un’ottima risposta a una grande quantità di disturbi che colpiscono muscoli e tessuti!

Questo tipo di fisioterapia permette di ripristinare il perfetto funzionamento dell’organismo senza l’utilizzo della chirurgia, e viene impiegata in casi in cui si presentino: problemi osteo-articolari, lesioni muscolari, edemi e distorsioni, artrosi e disturbi di vario altro genere, può essere quindi sfruttata per ottenere la guarigione di diverse parti del corpo lesionate: mani, ginocchia, anche, caviglie e spalle.
Mediante un dispositivo appoggiato sul tessuto che si desidera curare, si effettua una sorta di massaggio il quale veicola l’ energia dal manipolo alla parte danneggiata, tale energia consente di incrementare il processo di riparazione dei tessuti.La terapia, del tutto naturale, può essere effettuata più volte al giorno e a seconda delle necessità, ma va eseguita soltanto da personale competente!

Tre sono le azioni fondamentali della tecarterapia: toglie il dolore dalla parte lesionata, favorisce la circolazione periferica ed infine ha un effetto drenante, va eseguita da personale capace e preparato in centri fisioterapici attrezzati, non è una terapia adatta a tutti indistintamente nonostante non presenti molte controindicazioni, e non è indicata per risolvere ogni problema di salute.
Si tratta di una tecnica non ancora diffusissima, ma la cui fortuna è destinata a crescere vista l’alta possibilità di completa guarigione e la totale assenza di rischi che si ha utilizzandola.

La durata di ogni sessione di tecarterapia dipende dallo stato del paziente e dal suo gradiente infiammatorio, in genere non supera la mezzora ed occorrono al massimo dieci sedute per arrivare ad ottimo risultato!
Molteplici sono gli effetti terapeutici che si traggono dalla tecarterapia: corretto drenaggio linfatico ripristinato, aumento del livello della soglia del dolore, accelerazione del metabolismo cellulare, migliore riparazione dei tessuti; tutti benefici che scaturiscono dall’aumento della temperatura interna dell’organismo e dal conseguente aumento dell’energia delle cellule dei tessuti su cui si va ad operare.

Medici e fisioterapisti sono in grado di decidere quanto lunga debba essere la terapia affinché risulti adeguata e in grado di debellare un disturbo in maniera definitiva!
Un flusso d’energia che stimola anche gli strati più profondi, in grado di riparare e quindi guarire, per ritrovare il benessere e la salute. La tecarterapia, ovvero il trasferimento energetico capacitivo resistivo, si può associare ad altre terapie, risulta avere un ‘efficacia del 50%, ed ha un costo piuttosto contenuto e dunque accessibile. La fortuna di questa terapia strumentale è destinata a crescere nel corso degli anni a venire!